Incontri protetti tra padre e figlio

Org Il portale italiano degli assistenti sociali. Buongiorno a tutti i colleghi che frequentano questo forum E' la prima volta che scrivo, ho bisogno di confrontarmi con qualcuno su un argomento che mi coinvolge particolarmente. Ho ricevuto un provvedimento dal TM che incarica il Servizio Sociale io sono l'unica AS del servizio di organizzare, per 6 mesi, degli incontri padre figlio bimbo di circa 2 anni con lo scopo di ripristinare il loro legame che si era interrotto quando il bambino era nato da poco a causa dei cattivi rapporti che i genitori conviventi per un breve periodo avevano tra di loro. Sono circa 2 mesi che si vedono 2 volte alla settimana per 1 ora alla presenza dei servizi cioè mia e della madre questa decisione era stata presa sia per tutelare il bambino che per osservare le dinamiche relazionali. Ora c'è bisogno di una "svolta", anche se la madre sembra poco propensa a lasciare incontri protetti tra padre e figlio figlio da solocon il papà a parole sembra molto disponibile ma si nasconde dietro il fatto che è il bambino che non vuole allontanarsi da lei. Io non so come comportarmi, non so fino a che punto posso "forzare la mano", cioè incontri protetti tra padre e figlio alla madre di accompagnare il bambino nel luogo stabilito per gli incontri e poi ndare via anche se piange, prima o poi si tranquillizzerà I sei mesi tra un po' si concluderanno e io mi sento impotente Chiedo aiuto per un confronto, anche a chi, gentilmente, volesse darmi la sua disponibilità ad un confronto privato via mail Ciao, io credo che essendoci un decreto dell'Autorità Giudiziaria, tutto vada ricondotto a quello. Ovvero, la madre deve attenersi al dispositivo e l'As deve fare in modo di metterlo in pratica. Tra l'altro, se di affidamento congiunto si tratta, dopo i sei mesi indicati dal tribunale cosa dovrebbe succedere? Se l'biettivo è quello di un riavvicinamento del bambino al padre mi pare sia normale garantire degli incontri solo tra loro e per la madre questi mese sono una garanzia perché in questa fase si svolgono ancora in un contesto protetto. Mi spiace piuttosto che ci sia tu incontri per sesso pistoia sola in questa situazione:

Incontri protetti tra padre e figlio Aiutiamo i popoli indigeni del mondo

Che io sappia, nessuno registra niente. Segui il mio blog via mail Segui assieme ad altri Ovvero, la madre deve attenersi al dispositivo e l'As deve fare in modo di metterlo in pratica. Un padre in queste condizioni parte da una precondizione di handicap per la quale dovrà giustificarsi, sempre, dovrà superare pregiudizi e prove e per ciascuna di esse si impone un prezzo da pagare. E se il bambino piange e si rifiuta di uscire come è già successo???? Ancora il padre e i suoi figli. Ikea, le coppie separate e la beffa di una rappresentazione lontana dalla realtà — Al di là del Buco ha detto: Bè, mi sembra che se non si tratta di incontri "protetti" è legittimo che padre e figlio si vedano da soli. Notificami nuovi post via e-mail. E' la prima volta che scrivo, ho bisogno di confrontarmi con qualcuno su un argomento che mi coinvolge particolarmente. Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Incontri protetti tra padre e figlio

Gli incontri protetti tra genitore e figlio vanno ridotti allo stretto necessario, applicati cum grano salis. Lo ha stabilito, lodevolmente, La Corte d’Appello di Catania, con una decisione del 18 luglio Il padre aveva acconsentito. Infine ho detto che il papa’ e’ cosi’, il figlio e’ cosi’, che non vedevo situazioni di pericolo e che non c’era bisogno della mia presenza per risolvere questioni pretestuose. In tutto abbiamo fatto 6 incontri protetti in parco e poi hanno cominciato a . Home» Famiglia» Gli incontri protetti padre – figlio solo in presenza dei Servizi Sociali sono legittimi. Gli incontri protetti padre – figlio solo in presenza dei Servizi Sociali sono legittimi (Cedu), che tutela il rispetto della vita familiare e garantisce il diritto di visita tra genitore e figlio. Gli incontri protetti tra genitori disfunzionali e figli minorenni allontanati rappresentano una fondamentale occasione per promuovere la ricostruzione dei rapporti familiari. L’obiettivo primario dev’essere la ridefinizione in positivo dell’adeguatezza genitoriale espressa nella relazione.

Incontri protetti tra padre e figlio